Iscriviti alla newsletter
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
SEGUICI
#PERGINEFESTIVAL
Cerca
top

NO LIMITS

«Gli Stati riconoscono il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di uguaglianza con gli altri alla vita culturale e adottano tutte le misure adeguate a garantire alle persone con disabilità l’accesso ai prodotti culturali in formati accessibili […] e l’accesso a luoghi di attività culturali, come teatri, musei, cinema, biblioteche e servizi turistici […]»

(Art. 30 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità)

IL PROGETTO

Pergine Spettacolo Aperto crede nel valore della cultura come bene comune a cui tutti devono poter accedere, senza esclusione alcuna, e si afferma come uno dei pochi esempi in Italia di Festival che cerca di realizzare quanto espresso dalla Dichiarazione.

I primi servizi per l’accessibilità sono stati realizzati nel 2012 in occasione dell’edizione Sensibilmente, dedicata al corpo umano e alle sue modalità di percezione. Grazie alle numerose collaborazioni strette con le realtà associative impegnate nel campo della disabilità è stato possibile implementare strategie e servizi che da un lato riguardano la fruibilità fisica dei luoghi del festival e dall’altro abbattono le barriere della comunicazione.

Tra le azioni intraprese vi sono: un servizio di trasporto gratuito, la mappatura delle strutture utilizzate per gli spettacoli, interpretariato nella lingua dei segni, laboratori e attività di sensibilizzazione, audiodescrizione e audiointroduzioni, sopratitolaggio e visite guidate.

IL NETWORK

Già a partire dalla fase progettuale, Pergine Spettacolo Aperto collabora con organizzazioni del settore per favorire l’accesso agli spettacoli da parte di persone con disabilità fisiche, intellettuali e sensoriali. Il prezioso lavoro di queste organizzazioni contribuisce alla riflessione che il festival porta avanti su modelli culturali socialmente inclusivi e partecipativi. Le realtà che oggi aderiscono al network No Limits sono: Cooperativa HandiCREA, Anfass Trentino Onlus, ENS – Ente Nazionale Sordi Trento, Vales Soc. Coop., Senza Barriere Onlus, U.I.C.I – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Coop. CS4, Centro Franca Martini di Trento.

I RISULTATI

Nel corso degli anni sono stati attivati servizi per facilitare la mobilità da e per i luoghi del festival ed è stato predisposto un servizio di accompagnamento personalizzato realizzato grazie ad alcuni collaboratori appositamente formati. In totale grazie ai servizi di audiodescrizione e sopratitolaggio dal vivo sono stati resi accessibili a Persone Non-Vedenti e Non-Udenti 8 rappresentazioni teatrali. Mentre sono stati 33 gli incontri con gli artisti integrati dal servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana – L.I.S., quest’ultimo tipo di servizio è stato impiegato con successo anche in occasione di visite guidate alla città di Pergine Valsugana. Sul sito del festival infine sono state messe a disposizione del pubblico 7 audiointroduzioni con l’obiettivo di facilitare l’avvicinamento degli spettatori all’evento.